The Host (Bong Joon-ho 2006)

Questo film coreano del 2006 è per molti versi l'opposto di Cloverfield. Molto ben strutturato, unisce ritmi "occidentalizzanti" ad una costruzione e ricerca dell'immagine più tipicamente orientale. Qui tutto è visibile: il mostro, agile e ben realizzato (e che addirittura lavora di giorno; molto bella la prima scena, con la caccia in piena luce), è una sorte di pesce-anfibio mutante, le sue origini nell'inquinamento dell'uomo. Tematiche ambientaliste e sociopolitiche, con tanto di sberleffo agli U.S.A., reggono un film che riesce a conciliare lati comici, sentimentali ed horror, senza lasciarsi andare nè a spiegoni nè a inutili e criptici buchi.

Adesso devo riposare, due mostri in due giorni sono impegnativi.

(4/5)

Annunci

7 thoughts on “The Host (Bong Joon-ho 2006)

  1. bè, sì, ho sdoppiato il voto solo perchè i capolavori della storia del cinema non sono film di mostri che magnano la gente. è un bel film, ma in particolare nel suo genere mi sembra uno dei migliori.

  2. si hai ragione, ma c’è tutto il discorso politico che è da “storia del cinema”, si poi ovvio non entra in una top 100 storica, però è un signor film… (almeno per l’oggi)

  3. Addirittura 4 stellette?
    Visto pochi giorni fa, dopo la bella scena iniziale con lungo fiume ed il mostro appollaiato sul ponte, il mi entusiasmo è salito alle stelle. Poi la noia ha perso il sopravvento: il mostro si vede bene ma pochino, i canali di scolo che avrebbero potuto essere un'ambientazione interessante non vengono mai mostrati e tutto si perde tra satira politica-sociale accennata, ripercorrendo il buon Godzilla, senza concentrarsi su nulla. 
    Umorismo spicciolissimo e trovate action nemmeno tanto divertenti…

    Belli gli effetti speciali ma non l'ho trovato né divertente nè incisivo né particolarmente interessante… Certo, se paragonato alle centinaia di pellicole del genere, sempre orientali, è un capolavoro. 

  4. fu un piccolo caso, e in verità continuo a ricordarlo come un horror col mostro girato come un film ben fatto (cosa rara), con digressioni, momenti vuoti, quell'umorismo demenziale orientale che mi suscita quasi sempre simpatia. forse rivedendolo adesso gli darei mezzo punto in meno, ma di questo frega il giusto.

  5. E' un film ben fatto, questo senza dubbio. E' proprio quello che elenchi che a me non piace molto… 
    e dai che a me del mezzo punto frega!

  6. Pingback: Minima Immoralia: 12 Anni Schiavo, Nebraska, La Mafia Uccide Solo d’Estate, Captain Harlock, Snowpiercer | SlowFilm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.