Persepolis (Marjane Satrapi 2007)

Tratto dal fumetto che non ho letto, il film della Satrapi è assai bello. Le sagome nere e dai tratti netti, le sporadiche stlizzazioni orientali nella scena severa, l’animazione fluida ne fanno un’opera visivamente notevole, l’intreccio fra la storia di un popolo e la storia personale è accurato e coinvolgente. Marjane Satrapi chiude e congela ogni episodio in una tavola in cui traspare la grana della carta, un punto fermo nella memoria con un bianco che appena di spande. Le vicende, filtrate dall’interiorità dell’autrice, diventano tanto più realistiche, assumendo quell’umanità che viene negata dai reportage o dai superficiali servizi telegiornalistici che banalizzano realtà complesse, le semplificano mostrando solo la loro diversità, rendendole aliene nella loro rappresentazione parziale di cumuli di macerie e di folle urlanti coperte di polvere. Persepolis rivela l’esistenza di una normalità in guerra, di difficoltà umane con cui è molto più difficile fare i conti. Questo film d’animazione stilizzata è cinema della realtà al massimo grado, realtà in cui ti getta avvolgendoti con la più efficace delle sue finzioni, quella che consiste nel renderti partecipe di qualcosa che ti è estraneo, atteggiamento innaturale per l’essere umano, normalmente coinvolto dai problemi che riguardano esclusivamente la sua vita e la propria sfera affettiva. Poi, purtroppo e per fortuna, uscire da un film è facile quasi quanto entrarci.

(4/5)

Annunci

17 thoughts on “Persepolis (Marjane Satrapi 2007)

  1. caro iosif, tre film di seguito di cui parlar bene: eccesso di fortuna negli incontri o incipiente buonismo? dài, non farmi preoccupare e rimedia subito con una bella stroncatura! ah, comunque buon onomastico ;-) nabla

  2. scherzi? se ho parlato bene di burton la mia buona fede è fuori di dubbio.
    e poi io sono sempre stato un pezzo di pane.
    grazie per gli auguri.

  3. gran bel film: ironico, intelligente e importante!

    se hai bisogno di una stroncatura ti consiglio “i padroni della notte”, no poi magari ti piace…

  4. l’avevo letta la tua recensione, e sei stato così persuasivo che non ho nessuna intenzione di andarlo a vedere.

    invece voglio vedere onora il padre e la madre.

  5. Ciao! Volevo una recensione su Persepolis è l’ho trovata, sei eccezionale!
    E che recensione…
    Complimenti!

  6. Davvero bella la tua recensione, davvero. Penso tu abbia colto appieno il senso del film d’animazione. A questo punto è d’obbligo leggere il fumetto, poichè i momenti migliori del film derivano proprio dalla sincera ironia di quest’ultimo.
    Poichè sono convinto anche io che tu abbia un futuro, ti aggiungo alla mia lista di amici virtuali e links. Ma se una volta famoso ti dimentichi di me.. pazienza :)
    Ciao!

  7. grazie mille all’anonimo
    e ad em1x. il fumetto adesso ce l’ho. in realtà la frase nel profilo è “ho il sicuro affuturato”, da una vignetta di un genio che ha per cognome la penultima parola del tuo intervento, Pazienza.
    ti linko anche io.

  8. Questo film l’ho visto circa un mese fa . Ultimamente mi sono avvicinata molto al fumetto. MI sono resa conto che è arte. Bella la storia , ma soprattuto interessante lo stile con il quale è stato reso. Credo che comprerò il fumetto originale .

  9. io invece sono ancora accanto alla satrapi perfettamente immerso nel film! ho adorato questa pellicola, e non vedo l’ora di rivederla.
    ciao, mario

  10. benvenuto, mario. a occhio e croce direi che conviene tenerselo stretto: pare che prima del film di wes anderson non ci saranno grandi sorprese.
    ciao.

  11. l’ho visto pure io, una notte a parì: splendido, non c’è altro da aggiungere alle tue parole. in realtà, però, volevo dirti che ho messo in cantiere sukiyaki western django. ti fo saper.
    ob

  12. è un miike di cui non ho letto bene. ma è da un sacco che non vedo un suo film (ne avrà fatti una quindicina negli ultimi due tre anni, credo). fammi sape’.

  13. Pingback: Pollo alle Prugne (Vincent Paronnaud, Marjane Satrapi 2011) | SlowFilm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.