I Padroni della Notte (James Gray 2007)

Ero al cinema per vedere Onora il Padre e la Madre, è esplosa la pellicola, invece di tornare a casa sono rimasto a vedere questa roba qui. Sento di dovermi giustificare, perché solitamente un film con una locandina così e un nome così scritto così neanche lo prendo in considerazione.

I Padroni della Notte non mi sento neanche di definirlo un film reazionario, è semplicemente un qualcosa dalla complessità simile a quella di un rutto. E persino da un film ambientato nel 1988 ci si poteva aspettare di più. L’accortezza di imbastire trama e messa in scena come un monolitico e brutto film anni ’80 restituisce, sorprendentemente, un monolitico e brutto film anni ’80. Con l’eccezione delle (poche) scene d’azione, che invece non sono affatto male e regalano quei quindici minuti complessivi in cui si riesce ad entrare nel film. Per il resto, la famiglia americana è una vera potenza e spacca le ossa a tutti, specialmente alle famiglie russe, che invece usano i bambini per il traffico di droga e minacciano ritorsioni sulle mamme.

Occuperà un posto importante nella memoria del cinema. Assieme ai film che danno la sera su raidue, quelli che per andare a pisciare non aspetti la pubblicità.

(2/5)

Annunci

8 thoughts on “I Padroni della Notte (James Gray 2007)

  1. un saluto a miss vengeance e benvenuto a cinepillole.
    sì, anche io ne ho letto bene (ma anche male). e un paio di scene che rendono ci sono. nel covo degli spacciatori riesce sorprendentemente a risvegliarti dopo una quarantina di minuti buoni, riuscendo da un momento all’altro a creare ansia con un buon uso del sonoro e una sospensione della macchina da presa, se ricordo bene impegnata in inquadrature lunghe. altro momento riuscito un inseguimento, anche qui colori lividi e colonna sonora meccanica e ripetitiva, simile al rumore di un treno. Per il resto, torno a quello che ho scritto su.

  2. Nel bene e nel male le tue recensioni sono comunque formidabili, non me ne perdo una.
    A me questo film comunque non è parso così orrendo, certo nemmeno un capolavoro, ma io sono ‘malata‘ di cinema americano, quindi forse poco obiettiva.
    Che ne pensi di Phoenix?

    ciao, Estonia

  3. grazie estonia. anche io ti leggo, sul forum.

    certo anche a me piace il cinema americano. sono convinto che le cose migliori le facciano ancora loro, nella loro immensa produzione. e le peggiori.

    phoenix non è nè un attore che per me rappresenta di per sè un valore aggiunto (come walken o swinton o pacino), nè un disvalore (come crowe o russell crowe). in questo film non mi pare sia riuscito a fare la differenza. alpiù è sudaticcio. ma wahlberg è peggio, sembra totalmente spiazzato.

    ciao.

  4. luglio 2009[..] Nemico pubblico n°1- La fuga J.F. Richet [°][°][°] “Serrato e impetuoso, il film di Richet va a rotta di collo e come Mesrine sfugge a (quasi) tutto. Alle ideologie, ai manicheismi, all’(anti)eroismo romantico, anche alle [..]

  5. luglio 2009[..] Nemico pubblico n°1- La fuga J.F. Richet [°][°][°] “Serrato e impetuoso, il film di Richet va a rotta di collo e come Mesrine sfugge a (quasi) tutto. Alle ideologie, ai manicheismi, all’(anti)eroismo romantico, anche alle [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.