Gli Inguardabili, n.0

Parlando con qualcuno che sa che il cinema mi piace, che ci perdo più tempo della media e trovo abbia un’importanza maggiore di quella già notevole di distrattore del pensiero mentre le mascelle macinano pop corn, mi capita spesso di sentirmi dire che allora dovrei vedere tutto. Non posso perdermi un Verdone o un Emmerich, sennò non  so di cosa parlo. No, non funziona così. Ma attenzione, se c’è qualcuno disposto a pagarmi per vedere film, io vedo di tutto. Sono pronto anche a vedere il tuo filmino del matrimonio, e se ti fa piacere ti ci trovo anche qualcosa di deleuziano. Nel frattanto, continuerò ad esercitare il mio potere di pregiudizio, splendido esercizio che si avvale dell’esperienza e dell’astrazione.

Sono tantissimi i film che ogni settimana non vedrò, ma diciamo che questi non vedo l’ora di perdermeli.

Questa settimana una sola nuova grande uscita:

Tutta la vita davanti: Virzì che fa l’ironico con la vena amara sul precariato. Fastidio.

Ancora in sala:

Questa notte è ancora nostra: non c’è studio sociologico o operazione amarcord che tenga. Prendetevi le vostre responsabilità.

Grande, grosso e Verdone: storia di un comico che ha fatto sempre ridere molto poco, impeganto nelle macchiette: Tamarro Che Si Gratta il Pacco, Giovane dalla Voce Ugolare, Vecchio Pedante . E no, non è una critica ai costumi, altrimenti ci tocca credere anche a Pippo Franco.

27 volte in bianco: basta fare attenzione alle battute scelte per il trailer.

10.000 AC:  Il kolossal povero. Di Emmerich. L’ultimo fra i ladri di caramelle.

 

Annunci

5 thoughts on “Gli Inguardabili, n.0

  1. ho ufficialmente paura.

    ma il pensiero di perderseli grazie ai biglietti gratis non ti regala quel brivido in più?

  2. beh, voglio anche assumermi le mie responsabilità, giacchè lo sguardo non è mai innocente… non c’è sociologia che tenga, è vero, ma almeno un po’ di amichevole compassione, sic! :-( N.

  3. figurati nadia, qui se ne cade di amichevole compassione. se cerco bene trovo anche un po’ di umana comprensione. gliel’incarto?

    ma lo sai che è già l’una e un quarto? diaboliche diavolerie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.