Gli Inguardabili, n.1

Gli Inguardabili di questa settimana sono due:

Amore, bugie e calcetto: in maniera del tutto irrazionale. Ho giusto visto il tralier, e sprizzava italiana filmettinità da tutti i celluloidei pori. E poi, ho già dato con Caos Calmo per quest’anno.

The Eye: questo un Inguardabile col pedigree. L’originale del 2002 trascinai un po’ di amici a vederlo. Poi loro mi trascinarono in un vicolo buio e mi picchiarono a sange. Ed ebbero ragione. A pensarci, mi picchio a sangue da solo. Remake che promette malissimo, con tutta la regia mtv e cose così. Fold.

 

 

Annunci

8 thoughts on “Gli Inguardabili, n.1

  1. fecero bene i tuoi amici a picchiarti…io lo vidi in dvd. cagatone!!! però a tua discolpa per aver coinvolto gli amici nella scellerata proiezione, devo riconoscere che il trailer di the eye intrigava moltissimo ed era fatto davvero bene. poi il risultato…
    mario

  2. verissimo! ecco infatti il mio vetusto commento risalente al primo giugno 2003:
    “dovrebbero prevedere il reato per trailer non veritiero, che pubblicizzi qualità del film inesistenti.
    tale è il trailer di the eye. lo vidi dissi “non deve essere male” (pur essendo circa l’undicesimo film a spacciarsi come horror più raccapriccainte dopo l’esorcista), poi scoprii essere praticamente il primo film di hong kong distribuito massicciamente in italia, ed addirittura nelle sale principali di napoli e pensai “caspita”. poi ebbi un paio di biglietti gratis e convinsi 4,5 (quattro o cinque, non quattro e mezzo) amici a vederlo a prezzo intero, e rischiai giustamente il linciaggio.
    il trailer riesce a mostrare magnificamente i pochi secondi di potenziale tensione, che risulteranno poi sciacqui anch’essi all’interno del film.

    i titoli di testa sono molto belli, poi il primo quarto d’ora attendi fiducioso, ma quando il film entra nel vivo ti accorgi di esserti inaspettatamente ed involotariamente rilassato. quindi è un cadere vorticoso nella banalità del soggetto, nella piattezza registica che non ha idee migliori del preannunciarti qualsiasi possibile sussulto 5-10 secondi prima con delle acute note d’archi, prove attoriali (che di solito non noto) ben al di sotto della soglia del ridicolo, un finale di corsa dove le poche banalità non piazzate fino a quel momento vengono inserite di forza nel film. grande tristezza, poi per forza lo spettatore occasionale non andrà mia più a vedere un film girato più ad est della croazia.

    un paio di giorni dopo rivedo il trailer di the eye, penso “caspita, non deve essere male questo film…” ”

  3. il “trailer non veritiero” è una cosa che ho imparato ad odiare con tutto me stesso… comuqnue è come le copertine dei libri o le presentazioni dei videogames, insomma, nasce per stupire e accalappiare. In ogni caso empatizzo con la tua opinione preventiva su “Amore bugie e stronzate” e non solo perchè è un’ora indecente e sono sbronzetto, ma perchè è proprio così. Cin Cin!

  4. Del primo solo il titolo lascia moooooolto a desiderare.
    Pessima scelta, ma se anche il film fosse pessimo sarebbe una scelta azzeccata giusto?

  5. io i film li chiamerei tutti di default “un bacio romantico”, poi se si riscattano li si ribattezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.