Black Sheep – pecore assassine (Jonathan King 2006)

In Black Sheep – Pecore Assassine ci sono delle pecore assassine. Tipo quelle che nei Simpson sbroccano per il Tomacco. Qui il motivo dell’insorgere di istinti omicidi e carnivori nei solitamente garbati animali è nella sconsideratezza di esperimenti genetici, ed a fare da detonatore è il solito coglione hippy ambientalista. Il coglione ambientalista (o un’intera organizzazione di coglioni ambientalisti) è ormai un cliché fra i portatori di disgrazia nei film, da L’esercito delle Dodici Scimmie, a, di nuovo, il film dei Simpson. Poi ci sono anche uomini che, morsi dalle pecore, diventano uomini-pecora-zombie. Si offre un limitato srotolamento di intestini e svisceramenti assortiti, ma fra una carneficina e l’altra il film non ha un gran ritmo. Sempre che non si trovino molto spassose le scorregge ovine, che spesso accorrono a supplire alle incertezze della sceneggiatura. Il regista è neozelandese, fra qualche anno è facile che lo troviamo alle prese con una dodecalogia miliardaria sugli elfi in guerra con gli ominidi del Pianeta Rutto.

(2/5)

Annunci

9 thoughts on “Black Sheep – pecore assassine (Jonathan King 2006)

  1. Ajahah, scorregge a parte, io mi sono divertita un sacco. E poi le pecore assassine, dico io, le pecore assassine!! Talmente grottesco da risultare quasi affascinanti!!

  2. bè(èèè), la pecora assassina, di per sé, non è che sia una trovata originalissima. la bestia mansueta incattivita gioca su una contrapposizione immediata, tipo quella alla basa degli happy tree friends di mtv, animaletti dagli occhioni azzurri che si danno la morte nei modi più atroci. ma, a parte la trovata di base, che effettivamente è divertente, è proprio il ritmo che manca. ma, se è per questo, io non stravedo neanche per i primi jackson, molto meglio raimi.

  3. ma, da come lo descrivi, non si sarebbe meritato un posto nella categoria “inguardabili”? ;-) na’

  4. come splatterone immagino non sia dei peggiori. io non ci vado pazzo, ma m’è venuta la curiosità ed essendo un film del 2006 ho potuto vederlo a casa.

  5. Sono stato relativamente deluso. Anch’io ho trovato che le idee non fossero sempre presenti. Quando ero in Australia andava alla grande, comunque.

  6. il fatto che tu abbia scelto di vedere un film simile è un brutto campanello d’allrme.
    urgono flebo di vero cinema: james gray, per esempio.
    recupera, recupera… :D

    al.

  7. mi sento in colpa, ma i padroni della notte l’ho trovato piuttosto brutto (c’è anche l’apposito scritto).
    in verità la cazzata attira sempre parecchio. il problema di pecore assassine è che non è una cazzata abbastanza divertente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...