Michael Cimino: Una Calibro 20 per lo Specialista (1974), Verso il Sole (1996)

Il primo e l’ultimo (per il momento, si spera) di Cimino. Quando si scrive di lui bisogna sempre ricordare che dopo Il Cacciatore ha affossato la United Artists con I Cancelli del Cielo. Così come bisogna sempre chiamare Malick il Salinger del cinema e notare come Sean Connery sia ancora più bello da vecchio. In molti casi l’aneddotica cinematografica è assolutamente rigida; ad un livello più tecnico vanno sempre molto forte l’effetto Kulesov, le teste mozzate di Griffith e la regola dei 180°.

Tornando a Cimino, Una Calibro 20 parla di due persone, una più matura ed un ragazzo più giovane e scapestrato, che vanno in giro in auto e per le montagne. Verso il Sole, uguale. Ma nel film con Eastwood c’è una rapina, in quello con Harrelson si cerca una sorgente miracolosa. Fosse per Cimino, lui filmerebbe solo auto che alzano polvere e montagne americane, che poi l’amicizia virile viene da sé, e sono in effetti queste le scene per cui gli sono più grato. Nei suoi film Cimino si perde, si guarda attorno, è molto più interessato alle digressioni e alle scene sospese che alla storia, alternando inquadrature curatissime e complesse a momenti in cui si lascia andare. 

Una Calibro 20 per lo Specialista è una notevole opera prima, con Eastwood già pieno di acciacchi e Bridges perfetto casinista. Come se fosse ancora un film anni ’70, Verso il Sole mantiene un’impostazione classica, e se la prima parte è un po’ legata nel dare una storia ai personaggi, una volta arrivati in quota il film diventa davvero bello, riuscendo anche a chiudersi con toni inaspettati e sopra le righe.

Chissà che sta facendo ora Michael Cimino, l’ultima volta che l’ho visto litigava con Marzullo.

Una Calibro 20: 4/5

Verso il Sole: 3,5/5

Annunci

13 thoughts on “Michael Cimino: Una Calibro 20 per lo Specialista (1974), Verso il Sole (1996)

  1. Complimenti per il tuo blog…perchè non mi inserisci tra i tuoi amici e mi linki?? Te ne sarò grata
    grazie!!!

  2. Verso il Sole è capolavoro, però!
    Cimino tornerà per il 2009, si pensa; dovrebbe star già girando. Certo, sperando che il prossimo non sia come l’ultimo corto di “To each his cinema”!

    D.

  3. Concordo su Una calibro 20, ma non sul voto. Per me va alzato almeno di un punto. Il più bello, dopo Il cacciatore (sì per me anche più bello dei Cancelli, anche se siamo lì).

  4. ciao Dan, benvenuto. in verità i corti belli sono davvero pochi, in quel film.
    noodles, più bello de i cancelli del cielo no, però
    avete ragione, alzo di mezzo punto tutti e due.

  5. Verso il sole è assolutamente capolavoro…

    ciao,
    bandeàpart

  6. Più bello de “I Cancelli del Cielo” è una porca ingiuria, nOoOdles! Di quale versione parli, comunque?

    D.

  7. non credevo che verso il sole avesse tanti estimatori. buono.

    riguardo i cancelli del cielo, di qualsiasi versione si parli (che tanto quella originalissima lunga mezza giornata è irrimediabilmente sparita) se la gioca giusto col cacciatore, e forse vince pure.

  8. Abbiamo postato lo stesso film tra l’altro! Comunque a me Una calibro 20 per lo specialista è piaciuto davvero molto, l’altro devo ancora vederlo. Comunque è vero che Sean Connery è meglio da vecchio che da giovane e Cimino si sta preparando per venire a Roma, al Festival internazionale del cinema (così si chiama ora…).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.