Wall-E (Andrew Stanton 2008)

Wall-E ti riporta bambino senza costringerti ad essere infantile; ti fa piacere una storia d’amore; cita, rielbora e prosegue; è un acchiappafolle quasi muto; nessuno potrebbe dubitare della sua esistenza; è l’unico punto a favore delle vhs; ha HAL 9000 che fa l’ascensorista; danza nello spazio; è l’apocalisse sostenibile.

(4,5/5)

 

 

Annunci

10 thoughts on “Wall-E (Andrew Stanton 2008)

  1. Il film è un capolavoro… ^^
    Ma sei sicuro che fosse una VHS? A me era sembrato un Betamax…
    Christian

  2. la pixar ne ha fatte di cose belle, ma questa è superiore.

    ho controllato, dovrebbe essere proprio una vhs.

    hola todos.

  3. l’apocalisse sostenibile è una meraviglia di definizione. posso dire che io mi sono annoiata a vedere questo film? che pensavo ai fatti miei? mi sono annoiata e ho pensato un pochetto ai fatti miei. noia sostenibile.

  4. suvvia, è così commUovente. ma almeno t’è piaciuta l’apocalisse sostenibile. gracias.

  5. "5/5"……anche qui sei troppo "tirato"….Cosa vuoi di piu' per elargire la parola "CAPOLAVORO"…..Possibile che a te la manica "ti si allarga"solamente quando sei tra i tuoi amici "Miike, Tsai Ming Liang & co"???……..che doveva fare quel povero "robottino" per commuoverti di piu'???…….UN TRIPLO CARPIATO CON AVVITAMENTO FINALE        ED IMMERSIONE NELLA SPAZZATURA A SEGUIRE???…..FRANCO

  6. Pingback: John Carter (Andrew Stanton 2012) | SlowFilm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...