en attendant: Parnassus

E’ passata una quantità disgustosa di tempo, dalla prima volta che s’è avuta notizia di un film di Gilliam con sulfureo Tom Waits. Ed è meglio non riflettere su quanta poca fortuna abbiano a portino i film dell’ex python. La buona notizia è che basterà tirare a campare per ancora poco più di un  mese per vedere Parnassus al cinema, come non si è riusciti a fare con Kitano, Oshii, Tsai, Jarmusch, ed altri fantasmi citati in questa sporadica rubrica. L’altra buona notizia è che sembra un bel film. E a chiudere questo pezzo, che s’è pure fatta una certa, c’è il trailer.

 

Annunci

9 thoughts on “en attendant: Parnassus

  1. più che sottovalutato, è (relativamente) poco conosciuto. chi lo incontra lo apprezza. comunque, il fatto che si sia spesso ostinato a fare del vero cinema, sicuramente non gioca a favore della sua fruibilità.
    riguardo parnassus, se gilliam riesce a non far vedere persino questo, allora può anche cominciare a temere d’essere un vero artista. una cosa tipo van gogh.

  2. Sapevo del film ma…c’è anche Tom Waits?! E fa la parte del diavolo?! Grandioso! Manca solo un accenno di “The Black Rider” nella colonna sonora e Gilliam mi avrà fatto felice!

  3. non mi risulta ci siano pezzi suoi, nella colonna sonora, ma già così grazie gilliam.
    se anche tu sei un waitsiano, consiglio una volta di più wristcutters.

  4. Attesa smodatissima! Se non bastasse Gilliam, c’è la questione ultima intepretazione di Ledger. E se non bastassero loro c’è Waits, come scrivevi!
    Waits che fa il demonio! Sputato.
    Anche se vedere Waits doppiato-privato di quella magnifica voce da licantropo è un reato.

  5. anni fa lanciai una petizione (non è vero, odio le petizioni) perché fosse illegale doppiare tom waits, a cominciare dalla voce alla radio di mystery train.
    per adesso vediamo il film, vorrà dire che l’audio lo recupereremo in dvd.

  6. Io adoro Tom Waits, è una gioia vederlo nei rarissimi film a cui ha partecipato, e concordo sul fatto che doppiare la sua voce unica è un reato: ho visto dei video di quando era molto giovane, e aveva la stessa voce di adesso…mi chiedevo sempre se fosse di natura o per abuso di sigarette, ma credo ci sia nato.
    Sono un’estimatrice di Jarmusch e Kitano, e no sai quanto mi dispiaccia che siano dei ‘fantasmi’.

  7. waits è stato ancora più giovane, e la sua voce intatta e originale si può ascoltare nei primi due album. poi ha deciso di cambiare, probabilmente anche con l’aiuto di sigarette e alcool, ma soprattuto esercitando la voce. da small change in poi, è una discesa verticale nella raucedine.
    fine della breve introduzione a tom waits.
    se il film di jarmusch non passa, faccio qualcosa di sconveniente e poi mi appello al lodo alfano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.