Tutti Insieme Appassionatamente (Robert Wise 1965)

Tutti-insieme-appassionatamenteÈ un musical dove si canta parecchio, in corrispondenza col titolo originale The Sound of Music. Si tratta del film che ha superato il record d’incassi precedentemente detenuto da Via col Vento, e della seconda volta da governate di Julie Andrews, che solo un anno prima scalava il fumo dei camini londinesi in Mary Poppins (film che, per la verità, ha dei tempi più attuali di Tutti Insieme Appassionatamente).

1938, Maria è un’aspirante suora; per mettere alla prova le sue intenzioni fa da balia a sette bambini dell’aristocrazia di Salisburgo, orfani di madre, ma con padre ricco e buono. La storia d’amore si svolge esattamente come deve, con l’aggiunta di un’appendice di cinquanta minuti, dove la famigliola è costretta a scappare dai nazisti.

Pur inserendosi in un contesto tutt’altro che quieto, il film è sempre lieve: appena accennati i conflitti “storici” e piuttosto morbidi anche quelli sentimentali. Il che non è una cosa negativa, quanto una precisa scelta di tono, resa possibile soprattutto dalla bravura della Andrews. L’intreccio è davvero scarno e segnato da snodi canonici; priva di sorprese, la messa in scena è dominata dalle performance canore. A conti fatti, i bambini sono abbastanza simpatici, le montagne sono verdi, e My Favorite Things, composta per il musical da Rodgers e Hammerstein, darà il nome e l’apertura a uno dei dischi jazz più belli di sempre. Tutto bene, quindi.

(3,5/5)

Friday night arrives without a suitcase / Sunday morning creep in like a nun / Monday’s child has learned to tie his bootlace / See how they run (The Beatles, Lady Madonna).

Annunci

6 thoughts on “Tutti Insieme Appassionatamente (Robert Wise 1965)

  1. Ecco, questo per me il caso lampante di film che sfugge a ogni tentativo di farsi  "contabilizzare".
    Come dice la canzone, l’emozione non ha voce e, aggiungo io, non è nemmeno misurabile.
    Un film questo che conosco a memoria e che, dopo tutti questi anni, mi commuove ancora come un pischello. 

  2. Cavolo è vero! Anche io mi sono emozionato un po’ quando l’ho visto. Non posso fare a meno di sorridere quando ripenso a come fregano i nazisti.
    Ciao

  3. avete ragione. è, però, anche il tipo di film che va visto o nel 1965, o fino ad un massimo di 12 anni, per avere un impatto emotivo così forte. io, per intero, l’ho visto la prima volta ieri: mi è piaciuto, trovo splendida julie andrews, ma, per come è costruito, oggi non è proprio freschissimo. per dire, mi sembra più datato questo di un cantando sotto la pioggia.

  4. Hai ragione CSLP è un film decisamente più moderno.
    Ed è anche vero che in Inghilterra questo film me lo vedevo in tv tutti i natali fino alla pre-adolescenza.
    Sono sicuro che anche tu hai qualche film che ti fa questo effetto, legato alla tua infanzia.

  5. certo! prima di tutto il già citato mary poppins, che sono convinto sia un gran film. poi labyrinth, la storia infinita, i queen e la liquirizia haribo.

  6. Sono totalmente d’accordo. Sicuramente un film che emoziona, ma che visto con occhio adulto forse non convince così appieno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.