An Education (Lone Scherfig 2009)

an-educationAn Education è un film insoddisfacente sotto tutti gli aspetti. È il 1961, la sedicenne Jenny, mente brillante stanca della (ancora per poco) soffocante atmosfera londinese, fervente ammiratrice degli stereotipi di ribellione ed esistenzialismo francesi, trova nell’esuberanza di un uomo più vecchio di vent’anni la sospirata via di fuga.

Pur non entrando nei particolari (sarebbe anche peggio), la sinossi di questo film ricorda alcune di quelle lettere che arrivano a Natalia Aspesi. E, come una risposta di Natalia Aspesi alle sue lettere, il film tratta il suo soggetto con una totale mancanza di punti di riferimento, cercando maldestramente di tramutare in una storia di formazione, una vicenda che non ha niente di interessante, di originale, né tantomeno di formativo. Jenny non fa altro che adeguarsi agli incontri e accadimenti che le propone la vita, senza compiere alcuna scelta, come fa la maggior parte della gente senza ricavarci articoli autobiografici, quindi sceneggiature, quindi film, quindi libri da sceneggiature. 

An Education è una commedia? Sicuramente vuol essere anche questo, ma va ancori fuori bersaglio, assopito nella sorprendentemente scialba sceneggiatura di Hornby, colma di scambi di battute non riuscite, zavorrata da personaggi granitici come il padre incredibilmente tirchio e utilitarista, la preside indefinitamente frustrata e ignorante (una figura rassicurante, messa lì per farti sentire subito superiore, come quando in treno capiti di fronte a dei leghisti che parlano di palandrane e di pesci siluro nel Po), la maestra drasticamente incompresa ma ottima amica, ecc.. Nonostante siano circondati da esemplari di iperbolica banalità, i protagonisti non riescono ad essere interessanti, non Carey Mulligan acconciata come la Hepburn, ma molto più somigliante alla signora Cruise, né Peter Sarsgaard che non ha uno straccio di battuta che possa giustificare il suo presunto fascino ambiguo; neanche un duetto decente con Molina, niente.

Si potrebbe continuare a parlare di ribellione e falsa ribellione e falsa falsa ribellione e come falsamente metterle in scena, e di regia pretenziosa con qualche errore di continuità, ma in particolare questo è un film fastidioso, e allora la cosa migliore è non voltarsi e tirare dritto.

(2/5)
 

Annunci

6 thoughts on “An Education (Lone Scherfig 2009)

  1. su due cose sono d’accordo: che la mulligan sia la sosia di katie holmes e che il personaggio di sarsgaard sia pessimamente pensato, scritto e diretto. aggiungo, per parte mia e a discapito del film,  la mancanza di conflitto e angoscia nel recupero riparatore del personaggio della mulligan, di cui comunque parli anche tu nell’afforntare il tema delle scelte fatte o subite.
    per il resto ho gradito non poco.

  2. ciao miss. in pratica, ti sono piaciuti la bionda e il suo compagno. scherzo. relativamente. tolto gran parte del presunto fascino alla protagonista, tolta credibilità a un quarantenne che deve circuire una sedicenne (e quindi tolta credibilità al motore stesso del film), tolto un qualsiasi percorso formativo (che rimane però nelle pretese del film, come ci spiega la voce fuori campo), rimane davvero poco.

  3. il tuo commento va controcorrente rispetto a quello che ho letto in giro ma rispecchia fedelmente il dubbio che ho sul film e che me ne hanno tenuto alla larga fino ad oggi.

  4. ciao steutd, anche io ho letto molti pareri positivi, io continuo a credere che faccia bene a risparmiartelo.

  5. il film così com'è è incomprensibile a causa dei tagli imposti dalla produzione bacchettona. nel director's cut la ragazzina veniva sedotta dalla professoressa di letteratura che sì, a quel punto, le insegnava un sacco di cose. altro che oxford.dr. ob

  6. sarebbe stato già meglio. in effetti quella professoressa sembrava non vedere l'ora di sbalordirci togliendosi gli occhiali e sciogliendosi i capelli , come nei migliori film con charlie sheen.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.