Firefly, Serenity (Joss Whedon 2002, 2005)

serenitySerenity è un film di fantascienza del 2005 che conclude la serie Firefly del 2002, stroncata alla quindicesima puntata. Un po’ dispiace pure, ma vuoi mettere la soddisfazione d’avere apparecchiati un’intera serie e il film annesso, senza dover aspettare altro? Firefly è il miglior film di fantascienza di sempre, a sentire gli Inglesi che votano i sondaggi del 2007 della rivista SFX. 
 
Il progetto ricorda un fumetto italiano di qualche anno fa (16!), Hammer, bloccato in fretta anche quello. I personaggi di Firefly sono più o meno fuorilegge e più o meno fuggiaschi, tutti fortemente caratterizzati: il capitano (molto Han Solo, specialmente nelle prime puntate) duro e sarcastico ma giusto, la prostituta elegante e romantica (Morena Baccarin), il prete dal passato burrascoso, il tizio grosso e armato che fa cose stupide, ecc.. Viaggiano su un’astronave da contrabbandieri, fra cinquecento anni, ma a terra ci si muove a cavallo, in mondi western con influenze orientali, dove non c’è alcuna logica nella diffusione tecnologica, se non quella rivolta a creare un mondo ibrido che soddisfi la fantasia dell’autore.  Nel frattempo, c’è pure stata una sorta di seconda guerra civile americana  su scala universale, ma non è che possa raccontarvi tutto.
 
Niente da dire, Firefly è una serie che diverte, coinvolge, e a me i personaggi tagliati con l’accetta, i loser dagli inattaccabili principi morali, piacciono un sacco. Serenity conserva in buona parte gli stessi elementi; nel racconto si concentra sull’identità, fino ad allora misteriosa, di uno dei personaggi della serie, ed eccede giusto un po’ con l’azione. Fonde vari generi, western, horror, fantascienza, riferendosi sempre ai loro elementi più evidenti, offrendo uno spettacolo non particolarmente sofisticato, ma d’impatto.

(3,5/5)

Annunci

9 thoughts on “Firefly, Serenity (Joss Whedon 2002, 2005)

  1. si, è godibile.non ho seguito la serie ma ho letto qualcosa e ho visto serenity.azz.. mi ricordo HAMMER, era decisamente meglio di nathan never. e naturalmente l'hanno interrotta perche la seguivano in pochissimi.

  2. benvenuto, lonewolf. la serie, specialmente per la prima decina di puntate, non è affatto male. hammer lo custodisco gelosamente. in quel periodo uscì anche uno strano fumetto "paranormale", un po' alla moebius, ESP. deprimente come pochi, non arrivò alla ventina di numeri.

  3. firefly non l'ho mai visto ma le opere di Whedon mi convincono poco, Dollhouse a parte, che pure in certi asptti trovavo un po' troppo bidimensionale. I personaggi dei serial del papà di buffy son troppo tagliati con l'accetta, ecco, per me :P

  4. infatti, "tagliati con l'accetta" è l'espressione che ho usato anche io. però quando i personaggi sono così monolitici da creare un'atmosfera sopra le righe, la cosa mi diverte abbastanza. non sono un fan di whedon, anche perché lo conosco poco, ho visto poche puntate di buffy e non m'è venuta voglia di vedere dollhouse; però questo telefilm, breve e compiuto, è simpatico.

  5. Hammer… l'unica serie a fumetti che io abbia acquistato assiduamente, aspettando con ansia il giorno dell'uscita di ogni nuovo volume.Ecco perché l'hanno stroncato al n. 13. Per dispetto.Carino Firefly, anch'io adoro le navicelle di mercenari nello spazio.Non ho neppure sofferto troppo quando ho visto l'Alien di Jeunet, grazie a loro.Ma piuttosto, ti sei deciso a vedere Terminator: Sarah Connor Chronicles? Quella sì che è una serie!!LOR

  6. hammer fu una figata.gran cosa i mercenari. ti riferisci al fatto che anche l'alien di jeunet è scritto da whedon, credo. ma 'nfatti non è male pure secondo me.no, sarah ancora non l'ho affrontata, ma se non trovo troppe difficoltà tecniche, lo faccio a breve. tu recupera i flaming lips.

  7. si ricordo anche ESP.. si bruttino.però poi sono uscite chicche tipo CIBERSIX che ora tra l'altro stanno ristampando in volumoni.notevole!

  8. qualcosa di esp non era male. parecchio ripetitivo, ma aveva una sua forza deprimente. quello vive ancora, un volumone nuovo è uscito da poco, ma effettivamente non mi piaceva abbastanza da affrontare la spesa.cibersix non lo conosco. mò m'informo.

  9. Pingback: The Avengers (Joss Whedon 2012) | SlowFilm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...