Gli Inguardabili, n.14

Nel poderoso flusso di film che negli ultimi mesi travolge le sale, ci sono titoli tanto succulenti da spingermi a riprendere questa gloriosa rubrica. 
 
Il primo è un Inguardabile per definizione, cioè un film per cui si dà per scontato il dovere alla visione, ma dal quale mi terrò a debita distanza, affermando così la mia debordante personalità e ribadendo il mio specifico tributo al libero arbitrio. Robin Hood è un sempreverde, fosse anche per la mise tradizionale. Oltre all’ormai scarsissimo interesse che accompagna l’usurato arciere di Sherwood, qui impegnato a mostrare la sua bellicosa e seriosa genesi, si aggiunge la drastica accoppiata Ridley Scott – Russell Crowe. Come norma di vita evito i film con Crowe, e questa s’è dimostrata una discriminate spesso efficace. La faccia di Crowe più che di Robin Hood potrebbe sembrare del suo tirapiedi, o di quello che a Robin Hood organizza gli appuntamenti nei centri benessere.
 
Manolete dev’essere qualcosa di devastante. Speravo che l’ultimo film girato con la calza di nylon sull'obiettivo sarebbe stato quello di quindici anni fa. Nonostante i nomi e numi Penelope Cruz e Adrien Brody, è rimasto parcheggiato tre anni. Toreri patinati: sai di non volerli.
 
Federico Zampaglione quando ha fatto Nero Bifamiliare (che non ho visto) s’è trovato sotto un giro di schiaffo del soldato di dimensioni nazionali. Shadow sta suscitando consensi, ma che in meno di due anni Federico abbia imparato a fare il regista mi sembra improbabile. Più plausibile che i giudizi si siano concentrati più sui soggetti che sulla realizzazione, e adesso rendano omaggio al genere, a quell’horror all’italiana che fa cinefilo e sociologo. Io sono per “in quest’epoca di pazzi ci mancavano gli idioti dell’orrore”.
 
Piacere, sono un po’ incinta, credo che la poesia del titolo italiano se la meriti tutta. Per sparare sull’anatra morta mi affido a Bradshaw, infaticabile recensore di filmacci, che sul Guardian/Internazionale scrive “J-Lo è la protagonista di una commedia romantica che definire banale è un insulto ai film banali d’ogni tempo” e “Alex O’ Loughlin ha così poco carisma che, al confronto, una tazza da caffè sembra Marlon Brando giovane”. 
Annunci

17 thoughts on “Gli Inguardabili, n.14

  1. Non per sminuire i meriti della tua rubrica o la sua efficacia ma…….credo che avrei già rinunciato "autonomamente" ai film in questione……..pure se, qualche piccolo margine di rischio ancora mi sfioranel poter essere coinvolto in un "Robin Hood" di "Comitiva"….Sai, quelle serate con pizza e cinema a seguire, tutti assiemeappassionatamente…………….nel caso potrei non riavermi prima di un paio di mesi………………..se non mi "leggi" dalle tue parti, sai fin da ora cosaè successo……FRANCO

  2. hehe, hai ragione, franco :)

    in effetti non ci vuole molto a rinunciare razionalmente a "piacere, sono un po' incinta". però robin hood, di cui vedi anche tu le insidie, e shadow presuppongono già un minimo di scelta. poi sparlare dei film brutti è sempre divertente.

  3. Robin Hood me l'aspettavo peggio. se si esclude il finale bellico davvero legato con lo sputo e girato scopiazzando mezzo cinema statunitense… non è poi così male. fermo rimanendo di accontentarsi di quello che passa scott da 30 anni a questa parte. io ormai son convinto che alien e blade runner li ha girati un altro.

  4. già mi affossa il gladiatore, figuriamoci robin hood…piuttosto che partire sconfitto, preferisco non partire. quella su alien e blade runner (e anche i duellanti, direi) è una teoria che ormai credo siamo tutti pronti ad abbracciare.

  5. Il Gladiatore è MOLTO peggio di questo.Scott tuttavia qualcosa di buono l'ha fatto dopo il 1982: Black Hawk Down e American Gangster.Però temo che si voglia rimangiare tutto nei prossimi anni girando non uno ma ben 2 prequel di Alien…

  6. ciao lorenzus. sì, insomma, qualcosa di decente, che però non è imparentato col qualcosa di epocale con cui ha esordito. in verità di american gangster ricordo solo una stanza con un sacco di femmine nude che tagliano droga. probabilmente se fossi una donna, non ricorderei neanche questo. 2 prequel? ma non si parlava da anni di alien che doveva sbarcare sulla terra?a, il gladiatore è molto peggio di tantissime cose, e non tutte sono dei film.

  7. ora, "il gladiatore è molto peggio di tantissime cose, e non tutte sono dei film" ti chiedo il permesso di usarla e declinarla in varie versioni. Avrei intezione di farla diventare la mia risposta a ogni affermazione del tipo "a è molto peggio di b".

  8. Un altro inguardabile di questo periodo è "Dear John": un film insulso!!! -.-Anch'io non simpatizzo per Russel Crowe, ma fino alla fine credo che vedrò "Robin Hood". Complessivamente in questo periodo non c'è un granchè al cinema. "Adam" è l'unico film che mi ispirava e che volevo vedere, ma dalle mie parti non è arrivato. Uffa!

  9. per La Rubrica ho spulciato solo fra le uscite della settimana. di questo dear john, che ora vedo essere diretto dal "regista degli abba", non avevo sentore. farò in modo da non intaccare la mia ignoranza.

  10. non so se poi robin hood l'hai visto, comunque ti confermo che è evitabilissimo: a me non piace scott (eccezion fatta per alien e blade runner) e ancora meno mi piace crowe…questo ti lascia intuire come considero film come il gladiatore, american gangster e, ovviamente, robin hood…

  11. ma così non avrebbe senso, wiwipedia. se guardare tanti film non desse neanche quel minimo di coscienza che serve a scegliere cosa non vedere, sarebbe davvero una tragedia.quelle di cui parli tu sono le recensioni negative. un accenno alla logica che muove gli inguardabili era nel n.0, che è qui .ciao e alla prossima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.