Solomon Kane (Michael J. Bassett 2009)

solomon-kaneRobert E. Howard, Conan il Barbaro, bla bla. Cose che non mi hanno mai appassionato più di tanto, aggiungo.
 
Film di produzione aglo-franco-ceca, Solomon Kane racconta di un personaggio che si fa pestare da esseri d’ogni natura, razza, sesso, religione, classe sociale e contiguità parentale, per poi sminuzzarli. La stragrande parte del film consiste in affettamenti nel fango, coreograficamente poco appaganti e fisicamente scialbi, spruzzati da sangue nerastro che si esprime svogliatamente dai corpi, senza un reale coinvolgimento drammatico e senza l’impressione che le carni di qualcuno siano state davvero violate. Il tentativo di avventura horror un po’ più osé e realistica, incorniciata da grigi e scogliere, è in realtà soffocato dalla resa da tipica paccottiglia e risulta essere un bluff.  Se il film riesce comunque a non farti premere lo stop nell’assistere svogliato a ripetuti eccidi c’è da dire che la parte finale, nella scrittura quanto nella resa dell’azione, suscita un violento bah.
 
Sul fronte sceneggiatura l’approccio è quello di una riproposizione così meccanica dei nodi e le regole del genere che alcuni topoi  vengono riproposti senza nessuna anticipazione né giustificazione, mentre di altri (il marchio) si vede l’origine, ma non viene spiegata la funzione.
 
“E per liberare un mostro dallo specchio uso il sangue di un’innocente”
“Per liberare chi?”
“Un mostro … un tizio grosso di fuoco e pietra”
“E chi è?”
“Non lo so, sta nello specchio, è uno pesante, rompe le cose”
“E lo liberi col sangue di una vergine?”
“Sì, giusto un po’ di sangue, di una vergine o un innocente in generale”
“Ok, fai tu”
 
“E i maledetti da Malachi non possono uscire alla luce”
“I maledetti da Malachi?”
“Sì, stanno lì, vivono in un buco, la luce gli fa male”
“Davvero?”
“Già, di solito è così. Non potevo mica farli allergici al polline, che dici?”

(2,5/5)

Annunci

5 thoughts on “Solomon Kane (Michael J. Bassett 2009)

  1. condivido: un film pieno di combattimenti.Lui sembra immortale, invincibile e inumano. poi la scena della crocefissione per me è il massimo dell'assudità..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...