Serialmente: Boardwalk Empire (Martin Scorsese 2010)

boardwalk empireUn pilot ambientato nell’Atlantic City degli anni ’20 con protagonista Steve Buscemi diretto da Martin Scorsese. Con buona pace di chi, come me, periodicamente cerca di difendersi timidamente dalla forma seriale. Di fronte a una cosa così bisogna solo alzare le mani e arrendersi. Questa prima puntata è a tutti gli effetti un film di Scorsese di 70’, con movimenti spericolati della macchina da presa, feste clandestine che ironicamente celebrano l'avvento del proibizionismo e la morte di John Barleycorn, incarnazione terrena dello spirito del whisky, e ancora italiani coi baffi che ascoltano esclusivamente Enrico Caruso, donne incinte vessate da mariti violenti, cappellini da signora, grammofoni dorati e vestiti con le frange. Una meraviglia.

A guidarci in questo mondo l’uomo che all’inizio degli anni ’90 si distingueva per la pertinacia con cui negava la mancia alle cameriere e con le dita ossute mimava il violino più piccolo del mondo. Il sindaco Steve Buscemi in Boardwalk Empire si divide con uguale successo fra gli appuntamenti della Lega delle Donne per la Temperanza e le riunioni maschili rivolte all’attenta organizzazione del nuovo traffico di alcolici. La faccia storta e il fisico gracile, Buscemi è doppio ma non ambiguo, portando contemporaneamente sul volto e negli atteggiamenti la sua aggressività e l’attitudine alla sconfitta.

Dodici episodi e una seconda serie già confermata, sperando che Boardwalk Empire sappia mantenere le promesse dell’incipit scorsesiano. 

boardwalk empireboardwalk empire(4/5)

Annunci

8 thoughts on “Serialmente: Boardwalk Empire (Martin Scorsese 2010)

  1. Bellissima scena quella dei palloncini neri tra l'altro!! Secondo me ci catturerà in pochissimo tempo il "malefico" Scorsese!

  2. ale, ne avessero fatto una miniserie di sei o massimo dodici puntate, gli avrei dato anche il 4,5. comunque, sono sfumature.udp, gli ultimi due scorsese per me sono ottimi. ci ritroviamo sul telefilm, va bene così.la cascata di palloncini neri, pesanti, è da antologia.

  3. non sia mai detto: sempre pronto a festeggiare. magari fra bei palloncini verdi, che il nostro proibizionismo sono ormai decenni che funziona a meraviglia per i buscemi di turno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.