La Promessa (Sean Penn 2001)

la promessaIl poliziesco che Penn trae dal libro di Durrenmatt ha una regia solida e coinvolgente, come sarà anche quella di Into the Wild, e come il suo fortunato film escapista soffre un po’ di didascalismo e di mancanza di mistero. La storia dell’anziano ispettore Black coinvolto a pochi giorni dalla pensione nella follia di un serial killer di bambine, trova sempre le immagini giuste e le sottolinea con un commento sonoro che le rende ancor più monolitiche, non interpretabili. Penn ha la sua visione, i suoi fatti, non sembra un amante dei dubbi e dell’ambiguità. E la cosa è ancora più evidente quando il libro d’origine ha proprio nell’ambiguità, nella difficoltà d’individuare i limiti, il suo tema centrale, e la sua prosa fredda ma non asettica paradossalmente rende il tutto più disturbante del pur godibile lavoro di Penn.

L’impressione è che la costruzione del regista abbia individuato un nucleo forte, quando l’intreccio si prestava a una tensione più diffusa, incerta e sfumata. La Promessa, ad ogni modo, conduce lo spettatore nella vita e il lavoro del protagonista, non viene mai voglia di distrarsi, e si ammirano le bellissime ambientazioni e un Jack Nicholson finalmente chiamato a fare il grande attore, e non il grande attore costretto a ricordare i personaggi che decenni prima lo hanno reso celebre.

(3,5/5)

Annunci

8 thoughts on “La Promessa (Sean Penn 2001)

  1. Per me assai migliore di Into the wild, che sono fra i pochi a non aver proprio digerito col suo didascalismo naturista da fuga dalla città e da se stessi bla bla.
    Grande prova di Nicholson, hai ragione. Il finale (il suo arrovellamento mentre in montaggio alternato scorre la risoluzione del giallo) lo trovo stupendo.

    Noodles

  2. Bel film, fedele al romanzo che trovo sia fantastico.
    Anche io non ho amato Into The wild per gli stessi morivi di cui sopra

  3. nood, egle (ciao e benvenuta), vero, c'è molta fuga dal consumismo e ricerca di sé e bla in into the wild, solo che ha ragione. e tutto sommato i film fricchettoni, negli ultimi 40 anni, non è che siano andati per la maggiore.
    la promessa è un bel film. non escludo che se lo avessi visto prima di into the wild mi sarebbe piaciuto anche di più, che l'impostazione registica mi sembra piuttosto simile.

  4. Dovresti leggere il libro….un capolavoro che nella trasposizione cinematografica di Penn diventa  quasi lynchiano, anche se non onirico e visionario, ma maledettamente realistico.
    Il finale è  cosi'  pessimistico che lascia uno stato di inquietudine interiore intensissimo. L'incomunicabilità dell'attuale società contemporanea emerge in tutte le due ore erigendosi a vera protagonista del film. Bellissima la scena  dell'annuncio  drammatico nell'allevamento di polli. Il finale è da antologia, pessimismo assoluto ma realistico.  

  5. ma l'ho letto il libro, è uno dei rari casi in cui l'ho letto (molto) prima di vedere il film. ne conservo una sensazione simile alla tua ed è a questo che mi riferivo accennando che "la sua prosa fredda ma non asettica paradossalmente rende il tutto più disturbante del pur godibile lavoro di Penn."

  6. Concordo con Noodle ad Egle sulla bellezza narrativa, interpretativa e di ambientazione del film, piuttosto lontani come qualità dalla retorica anche un pò infantile e ingenua di Into the wild. Sicuramente il miglior film di Penn con il migliore Nicholson degli ultimi 10 anni. Questione di gusti…

    pa

  7. ma anche a me è piaciuto. le "ingenuità" espressive credo siano in entrambi i film (che poi non credo neanche si tratti d'ingenuità, piuttosto una calcolata ricerca d'enfasi che finisce per scandire le fasi e le idee del film con troppa efficacia), ma sono comunque due buoni titoli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.