The Secret of Kells (Tomm Moore, Nora Twomey 2009)

the seret of kells

Le figure bidimensionali dai netti contorni neri, il tratto semplice, disegnato a mano e riempito da uniformi colori digitali, al primo colpo d’occhio possono lasciar credere che The Secret of Kells sia un film dall’animazione povera ed elementare. Sbagliato. La produzione franco-belga-irlandese, candidata all’Oscar 2010 ma non alle presenza nelle sale italiane, è una delle pellicole d’animazione più interessanti e affascinanti degli ultimi anni (e ringrazio Alicesue per avermela consigliata).

Pur essendo il risultato del lavoro di diversi studi distribuiti in svariati angoli del mondo, la qualità principale dell’opera firmata Moore e Twomey risiede nella naturalezza e agilità con cui lascia convivere e confondere diversi temi, registri, sensazioni e tipologie d’immagini. Le radici nelle leggende del medioevo nordico, Secret of Kells racconta l’amicizia fra Brendan, ragazzino nipote dell’abate del suo villaggio, e Aisling, bambina che incarna lo spirito del bosco. Percorrendo, com’è giusto, il percorso semplice delle fiabe, si ammirano antiche miniature, si vive la paura dell’invasione vichinga, si affrontano prove che aiutano a crescere, alla scoperta di sé e del mondo, passando per scene ironiche o tese, cupe o sgargianti, tutte meravigliose da vedere.

Le figure spezzate e geometriche che formano i personaggi e il loro piccolo universo, in equilibrio fra reale e fantastico, sono ricche di dettagli e scomposizioni interne, lasciano vivere l’ambiente, la natura, le cose, disegnando le forme nella ricerca di un’intensità che dal centro si espande a tutto il quadro. In un espressionismo moderno che immerge le figure pop nell’atmosfera magica e antica, il mondo di Kells vive e muta in ogni dettaglio, mettendo in scena un confronto fra natura e cultura che si risolve in un incontro dai garbugli psichedelici, minacciato da un’iconica rappresentazione del Male.

Kells è un’esperienza visiva singolare e coinvolgente (ricorda il Samurai Jack di Tartakowsky, ma ne moltiplica la complessità e l’accuratezza), che non cerca facili soluzioni dal punto di vista estetico né da quello narrativo, e per mostrare la sua magia non ne urla la presenza ma lascia che la stessa avvolga lo spettatore. 

(4,5/5)

Annunci

9 thoughts on “The Secret of Kells (Tomm Moore, Nora Twomey 2009)

  1. "Le figure spezzate e geometriche che formano i personaggi e il loro piccolo universo, in equilibrio fra reale e fantastico, sono ricche di dettagli e scomposizioni interne, lasciano vivere l’ambiente, la natura, le cose, disegnando le forme nella ricerca di un’intensità che dal centro si espande a tutto il quadro."

    Sei riuscito a descrivere quello che io non sono proprio riuscita a descrivere in parole. ho tentato di razionalizzare ma il disegno credo parli ad una parte del mio cervello più abbandonata, o più spontanea. Sono completamente incapace di dare un significato intellettuale all'animazione, per qualche oscuro motivo…

    Grazie per avermi citato e grazie anche per essere passato di là, al di là del mio sentirmi ingabbiata mi fa  anche piacere.
    buonanotte.

  2. ciao alice, intanto mi son visto pure incident at loch ness. bello, e m'ha fatto ridere più di quanto mi sarei mai aspettato.

  3. L'ho visto (2 volte di seguito) e apprezzato molto.
    Grazie!
    Francesca

  4. Pingback: Le Jour des Corneilles – Day of the Crows (Jean-Christophe Dessaint 2012) | SlowFilm

  5. Pingback: Song of the Sea (Tomm Moore 2014). La realtà delle emozioni in una fiaba intensa e delicata | SlowFilm

  6. Pingback: Il Piccolo Principe (Mark Osborne 2016) | SlowFilm

  7. Pingback: Minima immoralia per grandi e piccini: Okja, Meyerovitz Stories, Under the Skin, Wonder Woman, Sasha e il Polo Nord, Ballerina, Capitan Mutanda | SlowFilm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...