Passion Play (Mitch Glazer 2010) e altre robe

Nel 1996 Silvio Berlusconi per dimostrare la futilità di 100 milioni di lire, oggetto d'indagine di una delle tante mazzette marcate Dell'Utri, cronometra 30 secondi, schioccando le dita all'inizio e alla fine, corrispondenti al tempo in cui il suo gruppo gestisce una tale somma. La ricordo come una delle scene più volgari e arroganti del passato secolo mediatico. Adesso cronometrami 560 milioni di euro, coglione.

passion playPassion Play. Può un film con Bill Murray, Mickey Rourke e Megan Fox, fotografato da Christopher Doyle, essere una delle pellicole più aberranti dell’anno passato? A giudicare dalle reazioni globali (imdb, rotten tomatoes) la risposta pare debba essere: sì. Quella del cinquatottenne esordiente alla regia Mitch Glazer è un’opera confusa e spesso involontariamente trash, eppure non mi ha ferito e offeso come ci si aspetterebbe da una pellicola di tale fama. La storia del perdentissimo musicista Rourke che incontra la splendida e ipnotica donna con le ali Fox sembra raccontare una favola blues, una canzone d’amore e sofferenza da ascoltare in una manciata di strofe. L’errore principale della messa in scena sta nell’offrire un blues patinato, una contraddizione portata al cinema neanche tanto di rado, che impedisce al film di trovare una dimensione che lo scantoni dal ridicolo, di fare qualcosa di veramente polveroso e dolente. Nonostante questo, si può sentire ancora il fascino della semplicità della favola, dei freaks, delle scene silenziose in un deserto pubblicitario ma pur sempre deserto e silenzioso, di un antagonista che viene dal nulla (che ricorda nell’ispirazione quello di The Limits of Control), un Bill Murray dall’aria impassibilmente triste che porta con sé il nome Happy Shannon. È vero, Rourke gonfio glabro e plastificato fa una certa impressione vederlo rotolarsi nel letto con una donna pennuta, e in un repentino cambio d’inquadratura che vede i profili dei due baciarsi in primo piano ho pensato oddio, chi è quell’anziana signora che sta baciando Megan Fox? Eppure questa ballata di un’ora e venti, considerata nella sua totalità, ha una sostanza onirica neanche troppo contraddittoria, e tutto sommato riesce a trasmettere qualcosa di triste e malandato.

passion playpassion play(3/5)

Infine, il disco che sto ascoltando ossessivamente in questi giorni da cocomeri negati. I National sono più puliti ed educati della musica confusa che sono abituato ad ascoltare, eppure The Boxer è davvero bello, decadente e avvolgente a modo suo.
 

Annunci

9 thoughts on “Passion Play (Mitch Glazer 2010) e altre robe

  1. Schlack!!!!!!…..

    Volevo solamente unirmi allo "schiocco" delle tue dita….

    "Chi gode un giorno non tribola sempre", dicono dalle
    mie parti!!!!…

    FRANCO
     

  2. Mi son arrivati da amazon giusto qualche giorno fa The boxer e High violet. Il primo ancora non l'ho ascoltato. comprato a scatola chiusa dopo essermi innamorato di High violet.

    Noodles

  3. "È vero, Rourke gonfio glabro e plastificato fa una certa impressione vederlo rotolarsi nel letto con una donna pennuta, e in un repentino cambio d’inquadratura che vede i profili dei due baciarsi in primo piano ho pensato oddio, chi è quell’anziana signora che sta baciando Megan Fox? "

    Sto morendo. 
    Non ho visto il film ma se c'è Rourke prima o poi capiterà da queste parti, dopo The Wrestler è diventato una mia ossessione o giù di lì. E poi c'è Murray. Per quanto il film possa essere pessimo, Murray è sempre Murray.

  4. nood, high violet l'ho ascoltato ancora poco, ma promette bene. the boxer passa per il loro migliore.

    un film "non affatto pessimo", come si fa a dirgli di no?

  5. ciao, ebbè, grazie del link sui national… non li conoscevo… pur apprezzando l'indie, (si può dire che sono i baustelle de lor'altri? forse, bo) qualsiasi suggerimento musicale è +ke benaccetto. bye
    david

  6. ciao david. i baustelle non m'hanno mai convinto più di tanto, ma devo anche ammettere lo scarso impegno da parte mia. un disco di cui scrissi tempo fa, ma che è ancora nel mio portacciddì da heavy rotation, è embryonic.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.