Killer in Viaggio – Sightseers (Ben Wheatley 2012)

killer in viaggio recensione slowfilmVi dico due cose su Killer in Viaggio, visto che esce giovedì (13 giugno). È brutto. Brutto come come le battute stupidamente ciniche di Spinoza e simili, quando credono che la libertà di espressione possa rendere ogni cosa meritevole di essere detta. Se siete dei fan sfegatati di Spinoza e simili, in continuo esercizio di comodo sadismo, magari Sightseers vi piacerà parecchio.

Due ultratrentenni mediamente goffi e frustrati, in bucolica vacanza col camper, scoprono sulla spinta e l’esperienza di lui il piacere di uccidere chi gli sta anche vagamente sulle palle. Lontano anni luce dallo stile e la reale ironia (anti)sociale di un Serial Mom, o dalle invenzioni piuttosto sorprendenti di Le Mele di Adamo, il senso di Killer in Viaggio sfugge. Un atto d’accusa contro la vita all’aperto?  In mancanza anche di una raffigurazione originale dei vari omicidi, l’unica rappresentazione operata da Wheatly è una scialba escursione nella vita di due psicotici compiuti. Come di per sé questo possa configurare una riuscita e persino divertente commedia nera, è il vero inesplorabile mistero.

(2/5)

Annunci

2 thoughts on “Killer in Viaggio – Sightseers (Ben Wheatley 2012)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...